La cassata siciliana.

sabato 12 marzo 2016



Cenni(Wikipedia)

Alla dominazione araba si deve l'origine della cassata, che deriva dalla parola "qas' at" che vuol dire "bacinella", dalla forma del contenitore nel quale veniva preparata dai pasticceri arabi, molto simile a quello che viene usato oggi.

Agli spagnoli, invece, si deve l'introduzione del cioccolato nella ricotta, della zucca candita della decorazione e del Pan di Spagna.. Una nobildonna normanna, Eloisa Martorana, mise a punto la ricetta della Pasta Reale, con mandorle dolci, albume e zucchero, che venne utilizzata per decorare il dolce, presentandosi sotto forma di fruttini. Da quel momento la cassata divenne lo "status simbol" della nobiltà, che ne richiesero la preparazione alle monache dei conventi durante il periodo di Pasqua, per le quali, quello che era iniziato come un passatempo, si trasformò in un vero e proprio lavoro.



Un proverbio siciliano recita" Tintu è cu nun mancia a cassata a matina ri Pasqua" ("Meschino chi non mangia cassata la mattina di Pasqua").

Nel 1575, il Sinodo Diocesano del Monastero di Mazara del Vallo, proibì alle monache la preparazione del dolce, poichè era accaduto che tutte prese dalla loro realizzazione, le monache, erano venute meno alle abituali pratiche della Settimana Santa.

Nonostante i divieti la cassata è riuscita a sfidare i secoli compiendo nel 1998 il primo millesimo anno di età.

Tutt'oggi è il dolce tipico dell'isola e gode di tantissimi estimatori in tutto il mondo.

 330db-3pik


Pàni di Spàgna(pan di spagna)

Ingredienti (come da libro)
6 tuorli
170gr di zucchero
170gr di farina di grano tenero
6 chiare d'uovo
2 bicchierini di maraschino

all'opera:
sbattere i tuorli con lo zucchero fin quando il volume si sarà raddoppiato o triplicato, aggiungere, poco alla volta, la farina setacciata e mescolare per altri 30 minuti.
Aggiungere le chiare montate a neve.
Versare il composto in una teglia rettangolare di diametro 25cm, precedentemente imburrata e infarinata.
Infornare a 170°C per 45 minuti.
Tagliare in strisce spesse il pan di spagna, bagnarle con il maraschino.
Coprire il recipiente dove si andrà a comporre la cassata con della pellicola. (Qui la ricetta prevede che si inizi con la Pasta Reale. Io così feci, ma i vari triangolini non mi combaciarono e allora optai per la decorazione con la medesima alla fine).
Rivestire il fondo e le pareti con le strisce di pan di spagna.

La farcia

Ingredienti
1kg di ricotta di pecora fresca 
370gr di zucchero
80gr di gocce di cioccolato
1 pizzico di cannella (aggiunto da me)

all'opera:
passare al setaccio la ricotta, aggiungere lo zucchero, le gocce e la cannella.
Farcire il pan di spagna sino quasi al bordo, coprire con un altro strato di strisce di pan di spagna e porre in frigo per un paio di ore, se preferite anche per l'intera notte.

Pàsta Riàli-Pasta Reale qui 
Io ho preparato solo 250gr di Pasta Reale, di cui una parte colorata di verde e l'altra no.


all'opera:
porre sulla cassata una base di diametro maggiore dove capovolgeremo la stessa. Eliminare la pellicola, coprire con della panna montata e rivestire con la Pasta Reale. Iniziamo dal cerchio verde e poi dai laterali. Da delle strisce rettangolari ritagliare dei triangoli, alternando i due colori sino alla fine. Coprire la superficie con glassa di zucchero bianca e decorare con frutta candita. La tradizione vuole che con la glassa e tanto di sac a poche si eseguano dei disegni, nella mia non li troverete, ehm ho preferito optare per un cordoncino verde di pasta reale...e via.
Non avendo trovato frutta candita colorata e fruttini vari, al centro ho realizzato un fruttino di pasta reale.
 d0c44-14pik

8 commenti

  1. Ma è bellissima!E la spiegazione molto dettagliata, voglio provarla anche io!:Dgrazie della ricetta

    RispondiElimina
  2. A casa mia se non si prepara la cassata a Natale...non è Natale!UHMMMMMMMMMM che buono! :-)

    RispondiElimina
  3. ciao auguri di buon anno e complimenti per la spiegazione e la realizazione di questa delizia!un abbraccio!!

    RispondiElimina
  4. Ciao cara Ale.. buon 2011!!!!! Ammazza che lavorone sta cassata.. ame non piace molto eprchè la trovo troppo docle.. però è fantastica a vedersi!!!! Un baciottone grande :-)

    RispondiElimina
  5. La cassata è una tra le cose più buone che esista! Sei stata proprio brava! Un Augurio Sincero per un 2011 ricco di Serentà. Lauradv

    RispondiElimina
  6. Tesoro, sei stata bravissima!!!P.s. lo sai che io non ho mai usato la panna per la cassata?Un bacio grande e complimenti per il nuovo header!

    RispondiElimina
  7. ehm siete tutte trooopppo buone e generose con i complimenti, o forse son io che vedo sempre mille difetti!!!Grazie di cuore a tutte.

    RispondiElimina
  8. mi pare un proposito ottimo, in tutti i sensi. auguri!

    RispondiElimina

© Scatta la voglia. Design by Fearne.