I buccellati....aspettando il natale.

domenica 8 dicembre 2013

Buccellati o cucciddati



Ricetta, estrapolata dal forum di Gennarino di Albenghi e con qualche ritocchino da parte di Rò di Coquinaria,entrambi palermitani come me, eccovela qui.




La frolla per il buccellato:

1 kg. farina 00
300g strutto
250g zucchero
1 cucchiaio di lievito per dolci
1 bicchiere di latte intero
7g ammoniaca
una pizzico di sale
Unire il lievito e l’ammoniaca alla farina setacciata ed impastare con lo strutto, lo zucchero e il pizzico di sale stemperando con il latte sino ad ottenere un impasto morbido ed elastico. Lasciare riposare per un paio d’ore.

bucc

Ingredienti per il ripieno:
750 g fichi secchi
200 g mandorle abbrustolite
200 g gherigli di noci
100 g uva sultanina
150 g cioccolata fondente
2 chiodi di garofano
1 cucchiaino di cannella
300 ml di acqua
1 bicchierino di Marsala
4 cucchiai di miele di fiori d’arancio
30 g zucchero
la scorza di un’arancia grattugiata



Mettere ad ammollare in acqua tiepida per un’ora i fichi secchi.
 Senza titolo-1


 Tritare finemente al coltello i fichi dopo averli sgocciolati con cura, le mandorle, i gherigli di noce. 


collage2

 Mettere a bollire in un tegame l’acqua e il marsala con i chiodidi garofano, lo zucchero, il miele e la cannella; dopo 3 minuti unire il trito di frutta secca e proseguire la cottura, a fuoco lentissimo, per altri dieci minuti. 


collage3Togliere dal fuoco e lasciar intiepidire il composto, a questo punto unire il cioccolato spezzettato e la scorza d’arancia grattugiata.


IMG_7646 IMG_7662 IMG_7717



  Composizione del buccellato:



Stendere la pasta in una sfoglia rettangolari di 3 mm. di spessore dalle dimensioni di 15x40 cm.
Porre il ripieno per tutta la lunghezza del rettangolo, ripiegando la pasta su se stessa saldando bene i bordi precedentemente spennellati con uovo e latte mescolati insieme. Sagomare a forma di un grosso salame, ed unire le estremità dando una forma circolare.
collage

Pizzicare la pasta con l'apposito attrezzo, oppure con i rebbi di una forchetta, spennellare con uovo e latte ed infornare a 180° per 20-25 minuti.
Quando è freddo spennellarlo con gelatina oppure con miele scaldato e diluito con un po' d'acqua e decorare con frutta candita e pistacchi tritati.

IMG_7781-2

Ringrazio il maritino per la generosissima collaborazione.

Unica difficoltà riscontrata: pizzicare la pasta, per il quale esiste un arnese adatto proprio a questo, una specie di pinza. Noi ci siamo arrangiati alla meglio. 



Con questa ricetta partecipo a:


about food

18 commenti

  1. ti son venuti davvero belli e chissa' che buoni!!!brava davvero e w le nostra tradizioni non mi stanchero' mai di scriverlo..baci

    RispondiElimina
  2. Mamma mia che ho scoperto, non conosco questo dolce, e vedendo i tuoi non ti nego che ho una voglia di assaggiarli! Complimenti!

    RispondiElimina
  3. Caspita Ale... che spiegazioni e foto di tutto rispetto.. però lo sai come sono io... i preparati che necessitano di ore ed ore di lavorazionemi fanno passare voglia di farli!!! smack e buona giornata .-)Il tuo è favoloso..

    RispondiElimina
  4. STRACOMPLIMENTONI! Per tutto! Eccellente spiegazione, un ripieno stratosferico!Un dolce bellissimo da guardare!E foto molto belle...Prima volta pronossa a pieni voti!Un bacione cara

    RispondiElimina
  5. per u dolce laborioso i vari passaggi visuali sono importanti, sicuramente un grande reportage che mi stimola a provare per la prima volta questo dolce meraviglioso, molto coreografico per Natale ed hai fatto benissimo a proporlo in anticipo e un dolce che và 'meditato'.Buona giornata e grazie per la tua visita!

    RispondiElimina
  6. Ciao cara, ma questo buccellato è un vero elogio alla frutta secca in generale!!! complimenti cara ha un aspetto buonissimo!!! brava!!! bacioni :)

    RispondiElimina
  7. Grazie a tutte, dolcissime come sempre. Saluto le nuove arrivate..benvenute e ringrazio tutte per la visita.Buon fine settimana. Un bacione.

    RispondiElimina
  8. bè, le foto in fase di preparazione ti avranno fatto perdere del tempo, ma sono bellissime e anche molto utili!!l'unico passo che non ho capito è il pizzicare la pasta, non so bene se serve per chiudere le due estremità dell'anello che devono combaciare o i tagli !!

    RispondiElimina
  9. Davvero meravigliosi!!!! E belle anche le foto!!!Mi piacerebbe partecipassi al mio contest...se ti va vieni a dare un'occhiata!!!Smack!

    RispondiElimina
  10. Capisco e conosco la bontà di questo dolce...da noi più o meno facciamo i "pitrali" cosi...baci e a presto.

    RispondiElimina
  11. E' un dolce meraviglioso!!! Queste foto mi hanno fatto sognare ad occhi aperti...:-)

    RispondiElimina
  12. che meraviglia! non ho mai fatto il buccellato, mi pareva troppo difficile. Ma a parte questo...che fine hai fatto???? niente più post dopo il corso? :)

    RispondiElimina
  13. ...non conoscevo questo dolce...che lavorone che hai fatto :):) i passo-passo sono molto utili, ma una faticaccia :) le tue foto sono stupende...invece la mia macchina fotografica si ribella ogni tanto per il fatto di essere sempre infarinata :) grazie per essere passata a trovarmi e piacere di conoscerti! :):) a presto!un abbraccio

    RispondiElimina
  14. il buccellato...quanti ricordi!ti ringrazio per aver condiviso la tua ricetta

    RispondiElimina
  15. Complimentissimi x questo dolce e soprattutto x il tuo blog MERAVIGLIOSO!!!che iscrivo di corsa al mio blogroll cosi' ti seguiro' sempre sei molto brava davvero!!! buon week ;-)))

    RispondiElimina
  16. Che meraviglia questa ricetta della tradizione Natalizia, ricca di frutta secca al quale non so resistere! Un bacione

    RispondiElimina
  17. Ale, che ricordi con questo dolce! Per me difficilissimo ma buonissimo!E meno male che ci hai regalato le immagini passo per passo:))Carissima, e' sempre bello venire a leggere una tua delizia, anche se rivisitata. Un abbraccio (anche a Palermo!)

    RispondiElimina

© Scatta la voglia. Design by Fearne.