La pastiera

martedì 3 maggio 2011




Questo dolce mi mancava, mai fatto , ma gustato si.
Presente sulle tavole napoletane nel periodo pasquale non ha una connotazione storica ben precisa, tanti gli aneddoti e le ipotesi.

Tra gli aneddoti mi piace riportare qui quella su Maria Teresa D'Austria, la quale, si racconta, venisse chiamata dai soldati la Regina che non sorride mai. Cedendo alle insistenze del marito, Ferdinando II° di Borbone, tra l'altro famoso per la sua ghiottoneria, assaggiò una fetta di Pastiera. Tale degustazione le strappò un sorriso. Sembra che in tale circostanza il Re abbia esclamato: "Per far sorridere mia moglie ci voleva la Pastiera, ora mi tocca aspettare la prossima Pasqua per vederla sorridere di nuovo".


Troppo divertente questo racconto, se poi tra di voi c'è qualcuno che possa aggiungere altro che ben venga, a me non può che far piacere, adoro questo genere di storie, che siano veritiere o meno.
Passiamo alla pastiera. Intanto vi annuncio la mia collaborazione con Lo Conte le farine magiche. 
Il termine magico supporta l'identità del prodotto: impiego semplice, risultato certo. La farina diventa magica, trasformandosi in una cascata di polvere di stelle. Lo Conte conta una vasta gamma di prodotti:

b8fb0-img_5205pik








































e non meno importante la Linea Decorì con un vasto assortimento di prodotti per la decorazione e ingredienti per dolci.

Come notate nella mia Blogroll, non ho molte collaborazioni, non perchè sia impossibilitata, ma solo per un mio criterio selettivo. Preferisco puntare sulla qualità e su prodotti con i quali ho una certa familiarità, ecco le farine Lo Conte sono tra queste. Quindi per me è un vero piacere sia la collaborazione che  parlarvene.
47143-img_5256pik


 In questa preparazione mi sono avvalsa di:


e

Granì gran cotto

La pastiera

per la frolla

ingredienti

500gr di miscela per crostate e biscotti

200gr di zucchero

200gr di burro tem. ambiente

1         bustina di vanillina

c7faa-img_5232pik


Preparazione:

nel mixer da cucina aggiungere tutti gli ingredineti sopraelencati, lavorare sino a che il composto non si stacchi dalle pareti, eventualmente continuare a mano su una spianatoglia. A lavoro finito, avvolgere nella pelliccola per alimenti e riporre in frigo almeno per una mezzora.


Ingredienti

per la farcia

500gr di ricotta di pecora

200gr di zucchero

3(5)*  uova

20ml di liquore amaretto alle mandorle

1/2     fialetta di acqua di fiori d'arancio

1        barattolino conf di frutta candita a pezzetti

1        cucchiaino di cannella

100gr di gocce di fondente


---------------------------------------------


580gr di Granì grano cotto

3ooml di latte

1 bustina di vanillina

1 cucchiaio da tavola di burro


*le ricette ne prevedono 5 io ne ho aggiunte solo 3


c6047-img_5210pik

preparazione

cuoecere a fuoco moderato Granì con il latte, la vanillina, il burro sino ad ottenere una consistenza cremosa. Far raffreddare.

Passare al setaccio la ricotta, aggiungere lo zucchero, le uova, il liquore, la fialetta, la frutta candita, la cannella e le gocce di cioccolato. Unire i due composti e mescolare.



95ae2-img_5222pik


Stendere la frolla su un foglio di carta da forno, onde evitare che si attacchi al piano, e rivestire una teglia tonda. Versare la farcia sulla frolla. Con la frolla avanzata ritagliare delle strisce e ricoprire la farcia, sigillando i vari bordi. Se volete potete spennellare le strisce con del rosso d'uovo, io non l'ho fatto.
Cuocere a 200° per 45 minuti o un'ora  a seconda del forno. Far riposare nel forno spento e aperto per circa un'ora. Se volete potete spolverare con dello zucchero a velo.


fa7bb-img_5235pik

1863c-img_5239pik (1)

3b8ef-img_5242pik

8 commenti

  1. La fetta!!! è chiara e decisamente si vede che comunque il risultato è stato più che soddisfacente, credo!!!...io nella frolla uso 400gr di zucchero e nella farcia non ho mai usato il liquore all'amaretto, penso che potrebbe essere interessante. Ho usato spesso le farine con cui collabori, soprattutto quella per friggere e quella per la pizza...visto!!! sono riuscito ad arrivare...un bacio e a presto, ciao.Ooopppsss non ho gli aggiornamenti in blogroll... forse sarà colpa della mia connessione.

    RispondiElimina
  2. stupenda! anche se devo essere sincera, è un dolce che proiprio non mi piace...baciotti!

    RispondiElimina
  3. Non ho mai fatto la pastiera, però l'ho mangiata e la trovo fantastica. La tua è davvero bella, bravissima

    RispondiElimina
  4. Adoro la pastiera napoletana, ho la fortuna di avere una collega di origine napoletana che a Pasqua mi porta quella della mamma, oh maronn' !!!Ma questa certo non è da meno, ho l'acquolina in bocca ! Ciao e grazie per il tuo commento ! Attendo la tua ricetta per il concorso eh ? BesosMarilì

    RispondiElimina
  5. @sabrina:a me è piaciuta molto, anche senon era la prima volta che la gustavo. Grazie per la visita.@Nuccio:si hai ragione ci andava più zucchero io ne ho messo meno. Quanto al liquore lo producono in un paesino qui vicino..è alle mandorle ed è buonissimo e se lo dico io che non amo gli alcolici. Grazie per avermi avvisato dei feed mancanti, mannaggia stavo ferma a tre settimane fa. Ora è tutto ok. Notte notte.@Eleonora:eccerto dopo quelle meraviglie sfido che questa non ti gusta...hahah. Un bacio.@Donatella:grazie troppo buona, ho solo esagerato con tutta sta grafica colorata..^__^@Marilì:menomale che vi ho scoperti altrimenti mi sarei persa questa opportunità. Vuoi paragonare la mia a quella fatta dalle napoletane??Nella mia devo averci messo troppa sicilianeità, infatti ad ogni morso invece della tarantella intona ciuri ciuri. Vabè la cavolata l'ho sparata, meglio ch emi dilegui..notte notte e grazie.

    RispondiElimina
  6. Io l'ho mangiata una volta sola a Pasqua lo scorso anno! Una vera bontà.. che non sarei mai capace di fare!! Tu invece.. bravissima!!!!! chissà che buona.. smack .-)

    RispondiElimina
  7. Non sapevo questo anneddoto! :) nn amo molto la pastiera xkè nn la digerisco! ma mi pioace molto il suo profumo ed è un dolce ke nn ho mai fatto..nemmeno io! ti va di partecipare al mio contest cn questa? ti lascio il link:www.vickyart.it/.../two-gust-is-megl-che-one-il-mio-primo-contest/ ciao e buona giornata!

    RispondiElimina
  8. @Claudia:non so se sono stata bravissima, comunque non mi è sembrata difficile. Grazie Claudia.@vickyart: troppo simpatica la storiella...Vengo da te a guardare, così decido se per questa o per qualcos'altro...arrivooooo.

    RispondiElimina

© Scatta la voglia. Design by Fearne.