Granita alla mandorla..rinfreschiamoci!!!

mercoledì 13 luglio 2011

1285e-3pik
Il caldo avanza e non posso lamentarmi l'ho tanto desiderato che adesso me lo tengo..!!Ma di modi per rigenerarsi un tantino ce ne sono tanti fortunatamente e io ne ho scelto uno che fa parte delle ricette tipiche della mia Sicilia: la granita.

Di per se la granita ( a limone ) è già marchio di sicilianeità senza doverlo sottolineare, ma aggiungete un solo ingrediente tra caffè, pistacchio, arance e mandorla e avrete portato in bocca anche un pezzetto delle terre siciliane.



Agli arabi si deve l'arrivo in Sicilia della granita, nello specifico portarono lo Sherbet, una bevanda ghiacciata accompagnata da succhi di frutta o acqua di rose. Ai tempi veniva usata la neve che d'inverno veniva raccolta e conservata  durante l'anno nelle nivieri, apposite costruzioni in pietra erette sopra grotte naturali o artificiali. In estate veniva prelevato il ghiaccio formatosi per essere poi grattato e ricoperto di sciroppi di frutta o di fiori. Questa preparazione veniva chiamata  la  rattata (grattata).
Nei secoli allo sherbet vennero apportate migliorie, dovute anche alla scoperta del pozzetto, un tino di legno con all'interno un secchiello di zinco, che poteva essere girato con una manovella. La neve da ingrediente divenne invece refrigerante. Oggi, noi siamo la generazione della gelatiera.



Dopo questo dovuto salto nel passato, ritorniamo al presente.
Due sono le ricette che si posso seguire per ottenere la granita alla mandorla: una lunga e una breve.
La lunga prevede che venga preparato artigianalmente il latte di mandorla e la seconda che si utilizzi o un panetto o il latte già pronto.
Per questione di tempo io ho dovuto optare per la seconda, ma vi aggiungo entrambe le ricette.

Per il latte di mandorla
Ingredienti :
500   gr  di mandorle spellate
10             mandorle amare
2 1/2 lt di  acqua
100  gr di  zucchero

ridurre in polvere le mandorle. Avvolgere  un po alla voltala farina ottenuta in un velo di confetti, chiudere e dopo averlo bagnato con l'acqua strizzare in modo da far fuoriuscire il liquido. Continuare sino ad esaurimento farina. Nel liquido ottenuto aggiungere lo zucchero e il residuo di pasta rimasto nel velo.
Mescolare e lasciare in infusione per due ore, quindi filtrare e utilizzare il latte di mandorle ottenuto.

Per la granita di mandorla
Ingredienti:
500ml di latte di mandorla
100gr di zucchero
300gr di acqua

Unire al latte di mandorla lo zucchero sciolto nell'acqua e porre in congelatore, avendo cura di mescolare di tanto in tanto di modo che non si ghiacci. Se volete potete servire aggiungendo della granella di mandorle e panna montata. E se proprio vogliamo strafare anche la colata di cioccolato fondente non sarebbe male.

6 commenti

  1. Che buona, la granita alle mandorle proprio non si batte è la più buona in assoluto!!!!!!!!!!un bacione

    RispondiElimina
  2. aaaaaaaaahhhhhhhhhh la granitaaaaa...è un pò che non vado in sicilia e quanto mi mancano queste bontà!!! la mia preferita è quella ai gelsi rossi :-)

    RispondiElimina
  3. Che bontà..... Sicilia aspettami sto arrivando :-))))

    RispondiElimina
  4. Mi piace tantissimo, e anch'io devo farmi il latte di mandorla perche' qui in Nuova Zelanda e' difficilissimo da trovare :-).Bellissime le foto!!!CiaoAlessandra

    RispondiElimina
  5. .. e noi siculi su certe cose ci capiamo al volo! Tipo questa, la granita... ma che cos'è?? Spettacolo, di mandorle poi...

    RispondiElimina
  6. Bellissima questa granita! Piacerà al mio marito che ama il latte di mandorle:))Le foto sono bellissime come sempreBacione

    RispondiElimina

© Scatta la voglia. Design by Fearne.