Patty cake per gli otto anni di Gaia.

mercoledì 29 dicembre 2010

e5703-165003_1595716650572_1165626135_31372342_7500254_n



Con un paio di giorni di ritardo eccomi qua con un resoconto veloce veloce del compleanno della mia cucciola.
Intanto è stata una faticaccia sia prima, durante che dopo. Sarà l'età!!Gestire una classe di 16 bambini, smaniosi di far chiasso, di far quattro salti e gridare, non è facile...il mio plauso giunga alla categoria maestre & co. Inventarsi dei giochi per tenerli impegnati è stata la risposta. Menomale!!
Quest'anno gli inviti li ho realizzati in cucina, tra farina, uova, burro e pasta di zucchero, insomma di frolla e decorati.

 Lei aveva una richiesta molto chiara riguardo al tema della torta, Antonella del mondo di Patty (accidenti a quando è arrivato in Italia ^___^). Ora dico io, già per me sono impossibili e inavvicinabili i personaggi dei cartoons, che malgrado io ci provi, somogliano sempre al parente lontano e mai a quel che dovrebbe essere, pensa tu una celebrità da film, in carne e ossa!! Il tentarci non mi ha neanche sfiorata, fossi matta! Alla fine ho optato per la cosa ovvia, il logo. Che poi dico, in otto anni non ne ha mai gustata una. Aver dato un po di altezza alla torta ha fatto la sua bella figura. Quei biscottini di frolla, formato stella con tanto di scritta "il mondo di Patty, son stati divorati in un lampo ed hanno avuto il loro modesto successo. I bambini nonostante lo spazio ristretto,  si son comunque divertiti, poi a loro basta davvero poco...
La torta: pan di spagna (cinque strati), bagnato al nesquik, farcito alla crema rocher, decorato con pasta di zucchero (ho sostituito il glucosio col miele).
Ringrazio il maritino per la sua collaborazione, peccato non mi abbia aiutata a mettere a posto sarebbe stato l'ideale ^__^. Accontentiamoci va!



La sera invece tutti in pizzeria con parenti e qualche caro amico/a che ha voluto condividere con noi questa serata. Per la torta stavolta abbiamo dato libero sfogo alla fantasia. Sempre pan di spagna, cinque strati per ciascuna delle due torte, bagnato all'arancia, farcito con tre diverse creme  senza uova  (cannella, chantilly, nutella), decorato con pasta di zucchero, glassa e tanti truccheti per ovviare al problema altezza. Perchè?
Semplicemente perchè tempo fa ritirai un' alzatina a tre, per torte, ma credo di aver errato poichè  trattasi di alzatina per torte da cerimonia, quindi capirete quanta distanza c'è tra un ripiano e l'altro. Troppo. Ma il maritino che, a tutto trova soluzione, dice che apporterà al medesimo una piccola modifica..e vai!
Tutto è andato benone, apertura regali compreso, tranne che per una  cosa. Arriva la torta e tutti estasiati a guardarla, effetto dell'altezza credetemi.., tanto che senza neanche aver fatto la foto, inizia il taglio e la scomposizione, almeno sino a che, mia cognata, colei che mi ha fatto conoscere questo mondo delle torte e dei dolci fatte in casa, ovvero Enza, ci chiede:"ma la foto con Gaia?"Ops grande e assurda dimenticanza. Insomma si rimonta la torta, cerchiamo di ovviare in qualche modo, e via con gli scatti.









Posta un commento

© Scatta la voglia. Design by Fearne.